Marocchino blocca e trascina in un parcheggio una 19enne. Poi la violenta

Approfittando della scarsa illuminazione e della vulnerabilità della vittima, l’ha trascinata in un luogo al riparo da passanti e telecamere e l’ha palpeggiata in modo pesante. Vittima una ragazza di 19 anni, che stava tornando a casa dopo una serata con gli amici. L’uomo, un 41enne di origini marocchine e senza fissa dimora, dopo aver tentato invano di sedurla e poi di intavolare una conversazione solo in apparenza amichevole, l’ha aggredita, bloccata, tramortita e trascinata in un parcheggio. La giovane ventiquattr’ore dopo, accompagnata dai genitori, ha presentato denuncia ai carabinieri di Bisceglie, in provincia di Barletta-Andria-Trani. L’uomo è stato arrestato per violenza sessuale.

Marocchino violenta una 19enne a Bisceglie

La violenza è stata consumata in una zona buia e poco affollata nei pressi della stazione ferroviaria: la ragazza aveva da poco salutato i suoi amici ed era sola. I giovani ignari di quanto stesse accadendo erano rientrati tranquillamente a casa, salvo essere poi contattati dai carabinieri per essere interrogati su quanto era avvenuto e quanto a loro conoscenza. I militari grazie ad alcune testimonianze sono così riusciti a individuare il violentatore e in poche ore a risalire ad alcune possibili dimore dell’uomo, individuando alcune abitazioni a Trani e Bisceglie dove poteva nascondersi. Il marocchino è stato rintracciato mentre riposava, unitamente ad alcuni connazionali, in un locale normalmente adibito a scantinato nel centro cittadino di Bisceglie. Invitato a vestirsi per essere accompagnato in caserma, l’uomo ha indossato gli stessi capi d’abbigliamento descritti dalla vittima e dai suoi amici, che avevano potuto osservarlo nelle fasi precedenti alla violenza.