Londra, forse un “alterco” tra 2 uomini (ora ricercati) all’origine del panico in metro

Le chiamate a Scotland Yard, l’allarme, il panico: ma cosa lo abbia causato è ancora un mistero: su dinamica e movente del panico scatenatosi ieri a Londra alla stazione della metropolitana di Oxford Circus, con il caos dilagato poi fino all’area di Oxford Street, a 24 ore dagli accadimenti resta ancora molto da chiarire. Ma nello sgomento che regna sovrano, sembra accreditarsi ogni minuto di più l’ipotesi secondo cui sarebbe stato un “alterco” tra due uomini il motivo scatenante del panico londinese esploso ieri all’improvviso.

Londra, un “alterco” tra 2 uomini all’origine del caos

E allora, la polizia sta ricercando due uomini, dei quali ha diffuso le immagini, per interrogarli. Lo stesso vuole fare con chiunque fosse presente al momento della disordinata evacuazione di massa della stazione. Come anticipato, la dinamica di quanto accaduto ieri è ancora poco chiara, ma secondo la ricostruzione della polizia ferroviaria, prima della ressa vi sarebbe stato un litigio tra i due uomini, gli stessi che oggi sarebbero ricercati. In breve, a partire dalle 16.38 (ora locale) Scotland Yard ha iniziato a ricevere «numerose» chiamate che riferivano di colpi di arma da fuoco esplosi a Oxford Street e alla stazione di Oxford Circus.

Le chiamate a Scotland Yard, l’allarme, il panico

Immediatamente i primi agenti armati sono intervenuti sul posto e, sebbene arrivati appena un minuto dopo la prima chiamata, non sono riusciti ad individuare il fulcro da cui si sarebbe scatenato il caos. Successivamente, peraltro, la polizia ha accertato che non c’erano stati spari; ciò nonostante il panico per il timore di un attacco terroristico si sarebbe diffuso a macchia d’olio comunque e in brevissimo tempo, in tutta l’area. Le persone che fuggivano in massa dalla stazione di Oxford Circus hanno creato lo scompiglio che ha generato ulteriore panico nelle migliaia di persone che affollavano la zona di Oxford Street per lo shopping del Black Friday. Ad alimentarlo, anche i messaggi sui social media postati e rilanciati da chi era presente nella zona. Nella ressa sono rimaste ferite 16 persone: ma perché si sia scatenata resta ancora da appurare.