Le mima gesti osceni, poi la molesta palpeggiandola: arrestato 18enne egiziano

Salvata dal tempestivo arrivo dei poliziotti, sottratta giusto in tempo alle grinfie di un 18enne egiziano, che dopo averle mimato gesti osceni, averle rivolto epiteti volgari e proposte a dir poco indecenti, l’ha raggiunta e molestata palpeggiandola: decisamente una brutta avventura quella capitata a una 24enne alla Stazione Termine di Roma, presa di mira e pesantemente aggredita da uno straniero deciso a metterle le mani addosso, a intimidirla fino a terrorizzarla.

Prende di mira e molesta una ragazza in stazione: arrestato egiziano

Il ragazzo, infatti, l’aveva appena molestata – prima mimandole gesti osceni e poi con epiteti volgari – quando la 24enne è riuscita ad allontanarsi velocemente, rifugiandosi in un locale poco lontano, senza accorgersi però di essere seguita. Così, proprio mentre usciva credendo di essere ormai in salvo, il 18enne straniero l’ha presa nuovamente alla sprovvista, avvicinandosi, raggiungendola alle spalle e cominciando a palpeggiarla. Per questo, vedendo i poliziotti diretti verso di lei, la ragazza ha tirato un sospiro di sollievo: gli agenti l’hanno raggiunta mentre il suo aggressore improvvisava una fuga, e ascoltata la giovane, poco dopo hanno bloccato il 18enne in via Giolitti. Insieme ad agenti del commissariato Viminale, il ragazzo è stato accompagnato in ufficio per gli ulteriori accertamenti ed infine arrestato. Il 18enne, di origine egiziana, è risultato peraltro già destinatario del divieto di dimora nel comune di Roma, e ora dovrà rispondere di violenza sessuale.