La Rai fa un passo indietro: annullata la fiction sul sindaco pro-migranti

Il sindaco di Riace Mimmo Lucano era stato inserito da Fortune tra i personaggi più influenti al mondo. Pro-immigrati, Lucano era stato celebrato come un eroe non solo dalla stampa italiana ma anche dai giornali internazionali. Peccato che poi sul primo cittadino si è abbattuta un mesa fa un’indagine per truffa. Non però prima che la Rai, come riporta il Giornale, pensasse di dedicargli una fiction con Beppe Fiorello. Un progetto che aveva provocato proteste. «Ovviamente – aveva detto Maurizio Gasparri –  auguriamo al sindaco di uscire a testa alta da questa indagine. Ma ci chiediamo se sia il caso da parte della Rai di proseguire nella realizzazione di una fiction celebrativa di questo sindaco». E poi aveva sottolineato: «Beppe Fiorello, un attore noto e amato dagli italiani, è stato chiamato a interpretare questo sindaco. Le fiction fanno di fatto informazione, orientano le opinioni degli italiani e forse sarebbe meglio far passare un po’ di tempo dalle vicende reali alle celebrazioni televisive, per evitare di lodare chi non lo merita. Chiedo trasparenza e chiarezza, e mi rivolgo anche pubblicamente ai consiglieri di amministrazione della Rai. Tutto finirà bene, il sindaco casomai sarà scagionato rapidamente. Ma questa politica filo immigrazione demagogica, che anche il servizio pubblico rischia di alimentare insieme a tante istituzioni, può portare a gravi errori. Bloccare la fiction è doveroso». Ora la Rai ha bloccato lo sceneggiato e la serie non sarà più trasmessa.