Ius soli, «mille piazze» contro la legge: anche la Lega lancia la raccolta firme

Una mobilitazione in «mille piazze» contro l’approvazione della legge sullo Ius soli. Dopo Fratelli d’Italia, anche la Lega lancia una raccolta di firme contro la legge sulla cittadinanza, per la quale il governo pensa alla fiducia. L’iniziativa del Carroccio è fissata per sabato 2 e domenica 3 dicembre. «Siamo pronti a ogni forma di protesta pacifica e legale per fermare la legge voluta da Pd e governo», ha spiegato il segretario del Carroccio, Matteo Salvini.

Una due giorni di mobilitazione

«In questi due giorni, che vedranno il movimento impegnato in oltre mille piazze, saranno raccolte le firme contro l’approvazione del testo sullo Ius soli al momento fermo in Parlamento», ha aggiunto Salvini, parlando di «una grande mobilitazione», che si svolgerà «in tutta Italia» e «alla quale ci auguriamo vorranno prender parte anche tutte le forze sociali e politiche che condividono il nostro progetto».

Se passa lo Ius soli, pronti al referendum

«Per quanto ci riguarda le priorità sono altre, stop Fornero e flat tax», ha proseguito il leader della Lega, per il quale «se davvero dovesse essere approvata la legge sullo Ius soli siamo pronti, dal giorno dopo, a raccogliere le firme per cancellarla con un referendum». «E una volta al governo  – ha concluso Salvini – l’aboliremmo proprio come l’altra grande ingiustizia che è la legge Fornero».