Italiano ucciso dopo una lite nel centro di Barcellona. È caccia all’uomo

Un italiano di 34 anni è stato accoltellato a morte nel Raval, quartiere del centro di Barcellona. Il nome della vittima non è stato reso noto, in attesa di comunicare il fatto alla famiglia d’origine. Quello che si sa è che non si tratterebbe di un turista, ma di un residente nella città catalana.  L’uomo, secondo quanto hanno riferito i Mossos d’Esquadra, la polizia locale, aveva litigato con un’altra persona verso le 4.30 del mattino nella via Princep de Viana tra i vicoli di una zona con alta densità criminale, specie per questioni di droga, a due passi dalla Rambla. La via della rissa è piena dei cosiddetti “narco-pisos” gli appartamenti in mano alle organizzazioni dello spaccio.

Italiano ucciso a Barcellona, le indagini

Quando gli agenti sono arrivati sul posto, l’italiano era già stato ferito e soccorso dal personale di un’ambulanza. L’uomo è morto all’Hospital del Mar. La magistratura ha aperto un’indagine su quanto accaduto, e la polizia è in cerca della seconda persona coinvolta nel litigio. I primi ad accorrere sarebbero stati degli italiani che hanno sentito le urla e poi il sangue sul marciapiedi della via.  A Barcellona vivono decine di migliaia di italiani, spesso non registrati all’Aire, l’elenco dei residenti all’estero.