Iraq, autobomba fa 20 morti nella città curda. Ma pare che l’Isis non c’entri…

mercoledì 22 novembre 16:22 - di Redazione

È di almeno 20 morti e oltre 40 feriti il bilancio di un attacco suicida sferrato a Tuz Khurmatu, città a maggioranza curda dell’Iraq settentrionale situata nella provincia di Salahuddin. Lo ha riferito l’emittente al-Jazeera, citando fonti della sicurezza locale. L’esplosione, riporta la tv satellitare, è avvenuta nei pressi di un mercato ed è stata provocata da un’autobomba. Tuz Khurmatu si trova a poche decine di chilometri a sud di Kirkuk, città capoluogo dell’omonima provincia ricca di petrolio. Tra i suoi abitanti figurano anche turkmeni e arabi. Tuz Khurmatu era una delle città contese dal governo centrale e da quello regionale curdo. Il mese scorso è tornata definitivamente sotto il controllo di Baghdad grazie a un’operazione militare condotta dall’esercito in risposta al referendum sull’indipendenza del Kurdistan iracheno. Intanto Baghdad ripete che il sedicente Stato Islamico (Isis) è stato annientato militarmente in Iraq. Lo ha dichiarato il primo ministro iracheno Haider al-Abadi nella sua conferenza stampa settimanale a Baghdad. Abadi ha poi aggiunto che annuncerà la vittoria finale sull’Is solo quando le forze della sicurezza irachena elimineranno gli ultimi jihadisti dalle zone desertiche del Paese. Il primo ministro iracheno ha poi messo in guardia da future divisioni politiche nel Paese, che permetteranno al gruppo sunnita militante di sferrare altri attacchi.

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *