Il Tar dà torto al poliziotto che insultò la Boldrini e un immigrato in bici (video)

Niente da fare, ricorso respinto: il poliziotto che in una volante insultò un immigrato che percorreva l’autostrada in bici e se la prese anche con Laura Boldrini, accusata di difendere “le risorse” che sbarcano tutti i giorni in Italia, resta sospeso dal servizio per “mancanza di capacità di autocontrollo, che invece si deve ragionevolmente pretendere da un organo di polizia”. Questa la motivazione del Tar del Piemonte, che ha respinto la domanda avanzata dall’agente di polizia che realizzò il video un agente di polizia mentre scortava un immigrato in bicicletta nella corsia di emergenza dell’autostrada Torino-Bardonecchia. «Risorse della Boldrini, ecco come finirà l’Italia – commenta il pliziotto nel video – tutti su una Graziella in autostrada a comandare”. Voi che amate Laura Boldrini, voi che avete voluto questa gente… Goditi questo panorama, ecco le risorse della Boldrini: un tipo che pedala sulla Graziella pensando che fosse una strada normale, con le cuffiette in testa». Da qui la denuncia.

Ecco il video “incriminato”.