Il Milan dà il benservito a Montella. In panchina arriva “Ringhio” Gattuso

Il Milan ha esonerato Vincenzo Montella e affidato la panchina della prima squadra a Rino Gattuso, attuale allenatore della primavera. Lo ha comunicato il Milan sul suo profilo Twitter.

L’amarezza di Montella su Instagram

«Lasciare il Milan fa molto male», è stato il commento di Montella su Instagram. «Ho cercato e provato a dare tutto me stesso per questa società, ma accetto la decisione presa», ha proseguito l’ex tecnico rossonero, aggiungendo che «voglio ringraziare i giocatori e voi tifosi per i momenti belli che abbiamo passato insieme sperando che il Milan arrivi là in alto dove gli compete. Io evidentemente ho fallito ma continuerò a tifare per questi colori. Grazie e Forza Milan».

Il Milan promuove Gattuso dalla Primavera alla serie A

Classe 1978, Gattuso è approdato la prima volta al Milan nel 1999 e vi è rimasto fino al 2012. Con la maglio rossonera, “Ringhio”, idolo dei tifosi per la grinta in campo, ha vinto due Champions League, due campionati, una coppa del mondo per club e una Coppa Italia, oltre a laurearsi campione del mondo con la nazionale nel 2006. L’ex centrocampista aveva iniziato la sua carriera nel Perugia. Poi un’esperienza in Scozia col Glasgow Rangers, il ritorno in Italia alla Salernitana e l’arrivo fra i rossoneri. Come allenatore, dopo l’esordio nel 2013 al Sion, in Svizzera, Gattuso ha guidato il Palermo nella stagione 2013-2014, subendo l’esonero dopo la sesta giornata. Nel 2014 l’esperienza all’Ofi Creta e nell’agosto del 2015 l’arrivo al Pisa in Lega Pro. Con la squadra toscana Gattuso ha ottenuto la promozione in Serie B, ma il 20 maggio 2017, dopo la retrocessione ha lasciato la squadra. Il primo luglio di quest’anno Gattuso era tornato a Milano con un contratto biennale come tecnico della Primavera.