Il grillino Di Battista: il centrodestra che cita Borsellino “fa vomitare”

Salgono i toni della propaganda Cinquestelle in vista del voto a ostia. Durante un comizio il grillino Alessandro Di Battista attacca il centrodestra rispolverando la retorica utilizzata dall’antiberlusconismo:  “Cosa nostra è forte – sottolinea Di Battista – ma non vi viene da vomitare quando sentite persone di centrodestra che citano Paolo Borsellino, che parlano di legalità, e poi vanno a braccetto con un partito che è stato fondato da un tipo che è in carcere per concorso esterno in associazione mafiosa, perché ha favorito ‘Cosa nostra’ che ha fatto saltare in aria Borsellino?”. Ancora, Di Battista parlando delle stragi di mafia accusa:  “le stragi casualmente finiscono nel 1994, anno della discesa in campo di Silvio Berlusconi, che ha fondato un partito con Marcello Dell’Utri che oggi è in carcere per aver favorito ‘Cosa nostra’”. Puntualmente, alla fine di ottobre, in concomitanza con il ritorno in campo di Silvio Berlusconi e con il voto siciliano, la Procura di Firenze ha aperto una nuova inchiesta su Berlusconi e Dell’Utri come possibili mandanti occulti delle stragi di mafia del 1992 e del 1993.

Questo il link per vedere il video di Di Battista: https://www.ilfattoquotidiano.it/2017/11/18/riina-di-battista-contro-il-centrodestra-citano-borsellino-ma-le-stragi-casualmente-terminano-con-larrivo-di-berlusconi/3986280/