Gran Bretagna, la monarchia vale 75 miliardi di euro. Un affare per il Regno

La monarchia britannica vale 67,5 miliardi di sterline, poco più di 75,9 miliardi di euro, al cambio attuale. A rivelarlo è la società di consulenza Brand Finance, che fa i conti in tasca alla Corona proprio nei giorni in cui la regina Elisabetta e Filippo celebrano l’anniversario di platino dei loro 70 anni di matrimonio.

La monarchia dà più di quanto prende

Secondo la società di consulenza, che valuta il valore di marchi e aziende e dal 2012 dedica ogni anno uno studio ai reali d’Inghilterra, i beni tangibili della monarchia britannica ammontano a 25,5 miliardi di sterline. Si tratta della somma derivante dal valore della Crown Estate, il patrimonio della Corona, dei ducati di Lancaster e Cornovaglia, e della Royal Collection, compresi i gioielli della Corona. Il valore intangibile della monarchia, inteso come il beneficio arrecato all’economia britannica nel corso degli anni è invece stimato 42 miliardi di sterline, per un totale appunto di 67,5 miliardi.

Un indotto annuo da 2 miliardi di euro

Brand Finance ha anche calcolato che nel 2017 la monarchia ha generato introiti lordi per l’economia britannica pari a 1,766 miliardi di sterline (quasi 2 miliardi di euro). Basti solo pensare all’enorme richiamo sui turisti di tutto il mondo, che visitano le residenze e le collezioni reali, o allo sfruttamento a fini commerciali degli stemmi della monarchia. Questi benefici per l’intera economia britannica giungono a un costo molto contenuto per la nazione, pari a 4,50 sterline a testa all’anno, vale a dire poco più di 1 pence al giorno per ciascun suddito. La monarchia costa infatti ai contribuenti britannici 292 milioni di sterline all’anno, comprese le spese per la sicurezza.