Giro di pedofilia a Hollywood: la polizia di Los Angeles apre indagine

La polizia di Los Angeles ha aperto un’indagine dopo le accuse lanciate dall’attore Corey Feldman su un presunto giro di pedofilia a Hollywood. Lo ha confermato il detective Ross Nemeroff all’Hollywood Reporter, spiegando che dopo la denuncia presentata da Feldman, l’indagine è stata affidata alla sezione omicidi, che si occupa anche dei reati a sfondo sessuale. Feldman, ex enfant prodige del cinema e della tv Usa, da tempo denuncia che a Hollywood avvengono sistematici abusi ai danni di minori. Nella sua autobiografia del 2013, l’attore sosteneva che sia lui che l’attore e amico Corey Haim erano stati molestati da bambini e che la tossicodipendenza che portò nel 2010 alla morte di Haim, a soli 38 anni, era dovuta agli abusi subiti. Il mese scorso, Feldman aveva annunciato che stava cercando di raccogliere i finanziamenti per realizzare un film che avrebbe rivelato i nomi dei presunti pedofili. “Posso fare i nomi di sei persone, una delle quali è ancora oggi molto potente”, aveva detto. Ieri, l’attore Charlie Sheen, ha negato le accuse di abusi sessuali che gli sono state rivolte dall’attore Dominick Brascia attraverso le pagine del National Enquirer. Brascia, amico dello scomparso Corey Haim, sostiene che Haim venne violentato da Sheen sul set del film ‘Lucas’, nel 1986, quando HAim aveva appena 13 anni e Sheen 19.