Gasparri: biotestamento, ora basta con la malafede della sinistra

“La Chiesa, anche oggi nelle chiare parole del Cardinal Ruini, ha confermato la propria tradizionale posizione contraria all’eutanasia e all’accanimento terapeutico”. È quanto ha detto il vicepresidente del Senato, Maurizio Gasparri, intervenendo questa mattina al convegno dell’associazione Scienza e vita a Rovigo. ”Faccio mie – aggiunge il senatore azzurro – le dichiarazioni di Ruini al Foglio: Va evitato l’accanimento terapeutico, cioè interventi medici non adeguati alla reale situazione del malato. Nello stesso tempo deve rimanere esclusa completamente l’eutanasia, ossia un’azione o un’omissione (di cura, di alimentazione) che procura la morte allo scopo di eliminare il dolore”. Per Gasparri “la legge che la sinistra vuol portare all’approvazione, invece, favorisce l’accanimento terapeutico e apre la strada contemporaneamente all’eutanasia. Di una legge così non c’è bisogno. Basta con le bugie e con le strumentalizzazioni. La Chiesa e il Papa hanno sempre avuto un’unica e netta posizione”. “C’è grande differenza tra favorire la morte e tentare di impedire la morte che è un evento naturale. Basta con questa sconcertante malafede” ha concluso Gasparri.