Folla inferocita aggredisce i carabinieri per “salvare” uno spacciatore

Una folla inferocita, formata da parenti e amici, ha aggredito i carabinieri della compagnia di Cerignola, in provincia di Foggia, permettendo la fuga a uno spacciatore che era stato fermato con cinque grammi di cocaina e due di marijuana. È accaduto durante un controllo in via Penne, nota anche come zona di spaccio di stupefacenti. I militari sono riusciti a scampare alla furia della folla solo grazie all’intervento di rinforzo di altre pattuglie dell’Arma e di due equipaggi della Guardia di Finanza.

Folla inferocita contro i carabinieri

Il bilancio è stato di un arresto per resistenza a pubblico ufficiale: in manette Mario Lanza, 58 anni, padre del fuggitivo che, accortosi del controllo sul figlio, si è scagliato contro i militari, chiamando in supporto parenti ed amici. Il ragazzo è invece stato deferito in stato di irreperibilità per detenzione ai fini di spaccio di stupefacenti e resistenza a pubblico ufficiale. Denunciate in stato di libertà anche altre nove persone per resistenza a pubblico ufficiale, tutte accusate di aver aggredito i carabinieri per favorire la fuga dello spacciatore.