Ferma ventenne italiana e la stupra in cortile: fermato honduregno

Venerdì sera ha conosciuto una ragazza italiana in un bar e l’ha violentata poco dopo nell’androne di un palazzo. Con questa accusa è stato arrestato dagli agenti della Squadra Mobile di Roma un cittadino honduregno.

Dopo lo stupro fermato un honduregno

Secondo quanto ricostruito, la ventenne romana aveva conosciuto B.Z.O.M., 23enne dell’Honduras, in un bar di via Casilina. Poco dopo, lui le ha chiesto di uscire dal locale assieme a lui e, poco distante dal bar, all’interno di un cortile condominiale, l’ha stuprata. Le grida della giovane hanno però attirato l’attenzione di alcuni condomini e l’aggressore si è allontanato.

La violenza in un palazzo di via Casilina

Le immediate indagini avviate dalla IV Sezione della Squadra Mobile, specializzata nel contrasto ai reati di natura sessuale, in collaborazione con gli agenti del commissariato Tor Pignattara, hanno consentito di ricostruire rapidamente la vicenda e in breve tempo di individuare l’aggressore, fermato non molto distante dal luogo dell’aggressione. Il 23enne, raggiunto dagli agenti della Polizia di Stato, è stato accompagnato presso gli Uffici della Squadra Mobile e successivamente sottoposto a fermo, attualmente al vaglio della competente Autorità giudiziaria.