Emmerson lo spietato “coccodrillo” al potere: in Zimbabwe non cambia nulla

Emmerson Mnangagwa, il vice presidente che due settimane fa era stato licenziato dal dittatore Robert Mugabe, ha annunciato che sta facendo ritorno in Zimbabwe, dove è atteso nelle prossime ore. In precedenza il partito di governo Zanu-Pf ha annunciato che Mnangagwa, che domenica è diventato il leader del partito dopo la destituzione di Mugaba, diventerà il nuovo presidente entro le prossime ore, con il giuramento previsto per venerdì. “Voglio congratularmi con il popolo dello Zimbabwe per aver raggiunto questo storico momento – ha dichiarato – insieme noi assicureremo una pacifica transizione per il consolidamento della nostra democrazia e portare un nuovo inizio per tutti e far crescere pace e unità”. “Mentre faccio ritorno in patria – ha aggiunto Mnagagwa che era fuggito in Sudafrica dopo il licenziamento dicendo di temere per la sua vita – io sono ansioso di lavorare insieme al popolo dello Zimbabwe per affrontare le sfide politiche ed economiche che il nostro amato Paese deve affrontare”. L’ex vice presidente dello Zimbabwe Mnangagwa, inoltre, sarà il candidato del partito di governo Zanu-PF alle elezioni presidenziali del prossimo anno al posto di Mugabe, cui è stato lanciato l’ultimatum perché lasci la guida del Paese. Lo ha annunciato il portavoce del partito, Simon Khaya Moyo, al termine di una riunione d’emergenza del Zanu-PF: “Il compagno Emmerson Mnangagwa è stato eletto presidente e primo segretario dello Zanu-PF ed è stato designato candidato presidente del partito per le elezioni generali del 2018”, ha dichiarato una fonte del partito. Emmerson Mnangagwa, 75 anni, a lungo vice presidente dello Zimbabwe, è il primo rivale della first lady Grace Mugabe nello scontro per la successione dell’anziano presidente. Ha partecipato al colpo di Stato nello Zimbabwe e ha sempre fatto parte del governo, guidando anche i dicasteri della Difesa e la Sicurezza di Stato. Soprannominato il “coccodrillo”, è considerato un politico spietato. È stato silurato la settimana scorso, dopo mesi di tensioni con Mugabe e la moglie. Recentemente ha accusato la first lady di avergli offerto del gelato avvelenato ad una festa.