«Due cannette in classe che saranno mai?»: l’assurda difesa del Virgilio (video)

In piazza per protestare contro l’alternanza scuola-lavoro, che definiscono «scuola-sfruttamento», gli studenti romani difendono i colleghi del Virgilio, lo storico liceo nel centro di Roma finito in questi giorni all’attenzione delle cronache per un allarme spaccio, intimidazioni e perfino pornografia. La tesi che sostengono è che, di fatto, si tratterebbe di un «accanimento mediatico» contro un liceo sempre in prima fila nelle proteste studentesche, a partire dalle occupazioni. Un liceo, va da sé, blasonato e tradizionalmente di sinistra. La difesa, però, usa argomenti che lasciano perplessi. Quali? «Ci sono problemi peggiori di due cannette in classe», dice uno studente, mentre una ragazza più avanti gli fa eco: «È normale che dove c’è aggregazione giovanile ci sia pure la droga».