De Rossi si rifiuta di eseguire gli ordini di Ventura: gesto nobile o vigliacco? (video)

Quel rifiuto a riscaldarsi, ripreso dalle telecamere, sta dividendo i tifosi italiani tra chi considera Daniele De Rossi un “eroe”, per essersi sottratto alle assurde direttive del ct Ventura, che invece di mettere un attccaante per vincere la partita chiedeva al centrocampista della Roma di prepararsi, o un vigliacco per aver polemizzato nel momento più delicato per la squadra. A quanto pare il calciatore avrebbe urlato “Serve vincere, non pareggiare”, rifiutandosi di riscaldarsi per un eventuale ingresso in campo e indicando, invece, Lorenzo Insigne, come a dire, fate entrare lui. «Ci scaldavamo a tre a tre, quando lo hanno chiesto a me ho indicato Insigne, lamentando che dovevamo vincere e non pareggiare. Ho dato un’indicazione tattica che non mi spetta, mi scuso. Ma se chiamato sarei entrato!», s’è poi giustificato De Rossi.