Dalla Slovenia a Trieste, è giallo su una 12enne: esce da scuola e scompare

Ancora una ragazzina scomparsa nel nulla. Ancora sgomento, ansia, mistero: è allarme per la 12enne sparita da ieri da Ancarano, un paese sloveno appena oltre il confine di Stato tra il Friuli e la Slovenia. È il suo l’ultimo nome che va ad aggiungersi, dopo ormai 48 ore di silenzio e di assenza di qualunque traccia utile alle ricerche, al drammatico elenco degli scomparsi.

Studentessa slovena 12enne: esce da scuola e scompare

Quello che è certo è che la 12enne slovena, Tiana Erneka, è uscita da scuola nella giornata di martedì 28 novembre e da allora non ha fatto rientro a casa. I genitori, naturalmente in preda alla preoccupazione che, col passare delle ore, è diventata paura, si sono immediatamente allarmati e mobilitati: informate le forze dell’ordine di Capodistria, è stato diramato un appello in accordo con i familiari della giovane: «Chiunque la veda deve chiamare subito il 112 o il 113. Allertate anche le forze dell’ordine italiane della zona di Trieste». Contestualmente sono stati diffusi anche identikit e immagini di Tiana, come riporta tra gli altri il Messaaggero nella sua edizione online in un servizio dedicato all’inquietante caso, alta «un metro e 60, che ha lunghi capelli castani, gli occhi azzurri» e che, l’ultima volta che è stata vista, «indossava un paio di pantaloni a fantasia tipo mimetico, grigi, una giacca verde, sempre tipo mimetico, con un cappuccio bordato da pelo bianco. Ai piedi scarpe di marca Nike».

Il caso rimbalza dai media al web, fino a Chi l’ha visto

Nessuna pista investigativa viene trascurata dagli inquirenti: e allora, nell’ipotesi che Tiana possa essersi allontanata da sola, viene presa in considerazione anche l’eventualità che la ragazzina, che vive ad Ancarano, in una zona di confine, possa essere entrata in Italia, dal momento che non ci sono più controlli e che il valico è proprio a pochi passi. Del caso, che sta tenendo col fiato sospeso un’intera comunità, dilagato sul web e sui media – la prima testata di informazione ad occuparsene nell’imminenza della scomparsa è stata la slovena Primorski Dnevnik – si è occupato anche il programma di Rai Tre Chi l’ha visto?.