Cinque Stelle a Ostia, il primo effetto: in arrivo 50 rifugiati. La denuncia di FdI

«In merito al piano d’accoglienza sui migranti da parte del Comune di Roma secondo cui il Campidoglio prevede il trasferimento di 50 rifugiati nell’entroterra di Acilia, nel Municipio X, come Fratelli d’Italia esprimiamo preoccupazione per una scelta di questo tipo. Parliamo di un territorio, che non comprende solo Ostia ma anche altre zone limitrofe come appunto Acilia, già in grande sofferenza per la mancanza di servizi e infrastrutture». È quanto dichiarano in una nota congiunta gli esponenti di FdI-An, Andrea De Priamo, vicepresidente dell’Assemblea capitolina e consigliere comunale, e Monica Picca, consigliere nel Municipio X.

«Inoltre, quanto sta accadendo in questi giorni sul fronte sicurezza fa emergenze tutte le fragilità del municipio e certo mettere altra carne sul fuoco ci sembra davvero inopportuno – proseguono – Non vorremmo, infatti, che in un momento delicato come questo la presenza di rifugiati sul nostro territorio innescasse nuove tensioni sociali. Ecco, credo che il Municipio X in questo momento non abbia bisogno di altre situazioni emergenziali come l’accoglienza dei migranti, da FdI pertanto ci sarà una dura opposizione per evitare una scelta di questo tipo, una decisione scellerata e inopportuna che inevitabilmente rischia di ricadere sui cittadini».

«Insomma, con la confusione della campagna elettorale l’infornata dell’accoglienza targata 5 Stelle è passata sotto traccia e gran parte dei fondi per il sociale sono stati destinati a migranti e rom – aggiungono – con il risultato che oggi i residenti di Acilia se li ritroveranno sotto casa ma se il sindaco pensa che oggi che governa la sua ex delegata Di Pillo tutto è possibile si sbaglia di grosso».