Centrosinistra, prove d’intesa. Ma Bersani: “I gufi sono diventati allodole?”

Prove di accordo nel centrosinistra. Ieri Fassino ha incontrato Pisapia a Milano. Ma il clima tra il Pd e i suoi potenziali alleati rimane teso. “Renzi ora ci ama? Allora i gufi sono diventati delle allodole, delle cinciallegre…”. Così Pier Luigi  Bersani, arrivando all’assemblea nazionale di Mdp, risponde con ironia al giornalista Enrico Lucci.

Si rimette in movimento, nel frattempo anche Romano Prodi. Il “padre nobile” del centrosinistra ha fatto sapere di aver avuto “un lungo e cordiale colloquio” con il segretario del Pd, Matteo Renzi. “Non vi sarà nessuna lista intestata a Romano Prodi o all’Ulivo”,  ha sottolineato il Professore in una nota. La preoccupazione di Prodi è allargare e “tenere insieme un campo largo di centro sinistra”. Dal canto suo, nell’e-news, il segretario del Pd ha voluto mandare un messaggio ai suoi possibili alleati: “La coalizione di centrosinistra alla quale stiamo lavorando, con il generoso contributo di tutti, dovrà garantire eguale dignità a tutti i componenti – ha scritto Renzi -. Penso di poter dire che avremo una coalizione di qualità, con presenze significative sia alla nostra sinistra che al centro e che saremo competitivi praticamente in tutti i collegi”. Ma, al momento, almeno da parte di Mdp, la porta pare sbarrata.