Calcio, Patrice Evra squalificato dalla Uefa fino al 30 giugno 2018

Il difensore del Marsiglia Patrice Evra è stato squalificato da tutte le competizioni Uefa fino al 30 giugno 2018. Squalifica perciò valida solo per le competizioni europee anche se, si apprende, che il marsiglia ha deciso di rescindere il contratto col difensore della nazionale francese. La decisione è stata annunciata direttamente dalla stessa Federcalcio Europea sul suo sito ufficiale. Il 36enne francese paga salato il calcio rifilato a un tifoso della sua squadra durante il riscaldamento effettuato dai calciatori del Marsiglia prima del match di Europa League contro il Vitoria Guimaraes. Preso di mira dai suoi stessi tifosi che lo insultavano e contestavano, Evra -che in passato è stato uno dei beniamini di Manchester United e Juventus–  ha incredibilmente perso la testa: il giocatore si è prima avvicinato a bordocampo iniziando a litigare con alcuni sostenitori e a un certo punto ha colpito uno di loro con un calcio volante, gesto che ha ricordato quello di Cantona in un Crystal Palace-Manchester United del ’95. Compagni di squadra e dirigenti del Marsiglia sono intervenuti per riportare la calma e portare via Evra, scortato negli spogliatoi da Rolando e Doria, ma l’episodio non è sfuggito all’arbitro che lo ha espulso prima ancora che cominciasse la partita. Da qui la pesante squalifica.