Attentato a Barcellona, la mente è un ex informatore dei servizi

L’imam di Ripoll, Abdelbaki Es-Satty, ritenuto la mente degli attentati di Barcellona e Cambrils il 17 agosto, era stato un informatore del Cni, i servizi segreti spagnoli. Lo ha riportato el Pais e i servizi segreti di Madrid hanno confermato.

L’intelligence lo aveva “agganciato” durante un periodo di detenzione a Castellon, dove era stato incarcerato per traffico di droga nel 2014. I servizi non hanno chiarito quanto tempo sia durato il rapporto di collaborazione né se il terrorista sia stato pagato per i suoi servizi. L’imam Es-Satty è morto nell’esplosione dell’abitazione usata dalla cellula terroristica per preparare gli attentati.