Asilo degli orrori a Vercelli. Il video della polizia che inchioda le maestre

Con la videosorveglianza obbligatoria in ogni asilo si eviterebbero maltrattamenti sui bambini. Lo fa presente la deputata Annagrazia Calabria.«Da Vercelli – nota leader di Forza Italia Giovani – arriva un’altra terribile storia di maltrattamenti ai danni di bambini in una scuola per l’infanzia. Nell’attesa che venga fatta piena luce e siano accertate le responsabilità, non possiamo che tornare a sottolineare come la prevenzione sia lo strumento più efficace per scongiurare casi come questo».

Forza Italia: “La legge va approvata urgentemente”

«Forza Italia aveva presentato una proposta di legge per installare sistemi di videosorveglianza all’interno di asili e strutture socio-assistenziali per anziani e disabili proprio per prevenire abusi e violenze. La sinistra ha deciso di bloccarla, ma i fatti continuano a dimostrare che la sua approvazione è molto più urgente degli interventi ideologici su cui si continua ad insistere ma dei quali non si sente alcun bisogno», conclude.

Da Pd, Sinistra e M5S stop alla legge sulla videosorveglianza in asilo

La legge (approvata in prima lettura dalla Camera con il voto contrario di Sinistra italiana e astensione di M5s) si è infatti arenata in Senato. La commissione Istruzione di Palazzo Madama ha dato parere contrario. I senatori contrari sostengono che si tratti di un «ddl emotivo, senza soluzioni ponderate al problema». E rischiano di rallentare il percorso parlamentare della legge in lavorazione a Palazzo Madama, se non di affossarla definitivamente. Un dietrofront clamoroso. Eppure a Montecitorio la proposta era stata approvata in tempi relativamente brevi. Un testo condiviso sintetizzava una dozzina di proposte di diversa impronta politica. In Senato è arrivato il clamoroso dietrofront del Pd. Ora la vicenda di Vercelli sollecita misure urgenti. Ma qualcuno del centrosinistra e dei grillini si passerà una mano sulla coscienza?