Ancora denunce contro il personale dell’Onu per abusi sessuali

venerdì 3 novembre 20:03 - DI Redazione

Fra luglio e settembre di quest’anno, l’Onu ha ricevuto 31 denunce contro membri del suo personale e caschi blu per abusi e sfruttamento sessuale. Lo ha reso noto Stephane Dujarric, portavoce del segretario generale dell’Onu, Antonio Guterres. Le accuse riguardano l’intero sistema delle Nazioni Unite: 12 riguardano caschi blu e 19 dipendenti delle varie agenzie dell’Onu, compreso il fondo per l’infanzia (Unicef) e l’aenzia per i rifugiati (Uhncr). Guterres si era impegnato a combattere gli abusi, dopo che un’indagine ha rivelato diversi casi di stupro di minori da parte di caschi blu impegnati nella Repubblica Centrafricana: 12 casi sarebbero avvenuti nel 2017, due nel 2016, sei nel 2015 e 11 prima di questa data. Dieci casi sono stati classificati come abuso sessuale e altri 19 come sfruttamento sessuale. Altri due casi rimangono difficili da classificare, perchè l’età delle vittime non è chiara. Il portavoce ha spiegato che l’Onu si è dotato di un sistema informatico per evitare che le persone riconosciute colpevoli di abusi sessuali possano tornare a lavorare in altre agenzie delle Nazioni Unite.

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *