Anche il leader islamico fa le valigie: «Vado via, in Italia tasse troppo alte»

«Tasse troppo alte». Tanji Bouchaib, presidente della Federazione Islamica del Veneto, è pronto a fare le valigie con la moglie e la terzogenita ancora minorenne. Di origini marocchine, da vent’anni abita a Cinto Caomaggiore in provincia di Venezia e lavora come operaio in una fabbrica di Portogruaro. Ma a 57 anni è pronto a mollare tutto: lavoro, amici, l’associazione culturale Assalam che presiede. Intervistato dal Corriere della Sera spiega i motivi della scelta di fare le valigie e andare a vivere in Qatar.

Il leader islamico: «Vado a vivere in Qatar»

«Non ce la facciamo più – spiega – instiamo soffocando, colpa dell’alto costo della vita e delle troppe tasse abbiamo un mutuo sulla casa, lavoriamo in due, io e mia moglie, eppure facciamo fatica ad arrivare a fine mese». La colpa è certo della crisi economica, che però non ha colpito solo il nostro Paese. «Chi è andato in Francia non è più tornato indietro: vivono meglio e di lavoro ce n’è, cosa che spero possa verificarsi anche in Italia. Confido che vi sia una ripresa, che si torni alla normalità». E poi ancora: «Sto pensando di raggiungere le mie due figlie più grandi che vivono in Qatar, dove hanno trovato lavoro. Si sono entrambe laureate qui ma trovare lavoro non è facile: l’Italia non è un paese per i giovani, per loro ci sono solo contratti di pochi mesi, nessuna sicurezza a lungo termine. Lo ammetto, non vorrei essere nei loro panni».