Amano lo stesso ragazzo, una 15enne e sua madre picchiate da due bulle

Bullismo nei confronti di una quindicenne e della madre. Due minori, di 14 e 16 anni, di Noto, in provincia di Siracusa, sono state denunciate dagli agenti del commissariato per lesioni personali dolose aggravate dalla premeditazione, minacce, atti persecutori continuati in concorso.

Bulle per “amore”

A far scattare le aggressioni sarebbe stato l’amore per uno stesso ragazzo. Secondo quanto riferito dalla polizia i fatti risalgono a settembre scorso: la vittima, una ragazzina di 15 anni, è uscita da scuola quando le due coetanee l’hanno presa per i capelli e picchiata. La vittima ha raccontato tutto alla madre che ha incrociato in strada le due minori e ha chiesto spiegazioni. La reazione è stata ancora più violenta: anche la madre è stata presa a botte dalle due ragazzine. In ospedale i medici riscontravano nei riguardi della minore e della madre trauma alla guancia, al cuoio capelluto per strappo di capelli, graffi, ecchimosi con una prognosi rispettivamente di 10 e 7 giorni. Non soddisfatte, le due bulle si sono recate a casa della loro vittima per danneggiare la minicar della ragazzina. Immediata la denuncia della madre alla polizia.