Alle elementari sussidiario zeppo di errori di geografia. La rabbia dei genitori

I genitori sono su tutte le furie, «non è possibile che alle elementari si studi su testi zeppi di errori». Tutto parte dalla denuncia di un padre: la cartina geografica di un libro che si trova su molti banchi di scuola del Friuli Venezia Giulia e anche d’Italia, è piena di sbagli grossolani. Il libro Everest. Sussidiario delle discipline del Gruppo editoriale Raffaello  è destinato ai ragazzini della quinta classe della scuola primaria. Comprende storia e geografia ed è in dotazione in molti istituti italiani. In testa alla copertina ci sono i nomi dei due autori. A segnalarlo sdegnato, come riporta il Messaggero, postandolo  su Facebook, è stato il padre della bambina che lo sta studiando nel scuola del paese che frequenta, un piccolo centro della provincia di Udine. L’uomo è anche un amministratore pubblico e vuole denunciare la situazione. Alcuni errori li segnala lui stesso, definendoli “orrori”.

 Ecco gli errori  del libro

Al posto del fiume Natisone, a Cividale del Friuli (Udine), c’è il fiume Isonzo. Il Vipacco ora si chiama Timavo: «Così, sul guinness dei primati, ora il Timavo non è più il fiume più corto del mondo», ironizza. Il fiume Isonzo non è tracciato a Gorizia: «suppongo che il fiume non ci sia più, stando alla cartina». Le Prealpi Giulie non sono segnalate, al loro posto ci sono le Alpi Giulie. Quindi il monte Matajur o il monte Kolovrat fanno parte delle Alpi Giulie.  C’è scritto Pianura Veneta al posto di Pianura Friulana, esattamente sarebbe Pianura Veneto-Friulana. «Nel testo, inoltre – spiega il papà – c’è scritto che il Friuli Venezia Giulia è a statuto speciale anche per le minoranze linguistiche, sloveno e tedesco, ma si sono dimenticati il friulano. Secondo questo libro, poi «in pianura ci sono stalle moderne dove si allevano soprattutto suini quando pensavo che in pianura ci fossero molte stalle per l’allevamento di bovini. C’è pure scritto che ci sono raffinerie di petrolio; potrei anche sbagliarmi, ma non mi risulta affatto».