Urla troppo al concerto degli One Direction, ricoverata con i polmoni collassati

La passione per i suoi idoli ha causato un brutto scherzo a un’adolescente americana. La ragazzina è finita in pronto soccorso in Texas dopo aver assistito a un concerto dei One Direction, con i polmoni collassati a causa – sembra – delle forti grida. L’insolito caso è descritto sul Journal of Emergency Medicine dal team di J. Mack Slaughter Jr. La giovane era arrivata nel pronto soccorso lamentando difficoltà respiratorie, ma senza dolori al petto. I medici del Southwestern Medical Center hanno appreso che la sera prima era stata al concerto, e dopo un esame fisico sono arrivati al cuore del problema: premendo le dita sul collo e sul petto della ragazza, un dottore ha sentito una sorta di crepitio, un sintomo chiamato crepitus subcutaneus che indica la presenza di aria nei tessuti. Una radiografia ha confermato la diagnosi di pneumotorace. Oltretutto entrambi i polmoni erano collassati, anche se solo leggermente.

Un caso insolito, notano i medici, che su Live Science hanno fatto varie ipotesi su come l’aria sia uscita dai polmoni. La più gettonata è che la ragazzina avesse un piccolo buco da qualche parte nel tratto respiratorio, che si apriva solo con l’applicazione di una forza sufficiente, come ad esempio gridando sul ritmo della band preferita. Un buco che poi si è richiuso. La buona notizia è che, dopo un periodo di osservazione e la somministrazione di ossigeno extra per aiutare i polmoni, la ragazzina si è ripresa ed è tornata a casa il giorno dopo. Finora il collasso polmonare si era verificato nel caso di immersioni subacquee, voli militari e alcuni interventi chirurgici. Ma dopo questo caso il team medico suggerisce di aggiungere alla lista le grida potenti durante i concerti pop.