Trump mercoledì a Las Vegas. Ma non accenna al terrorismo islamico

Donald Trump mercoledì sarà a Las Vegas per incontrare i soccorritori i parenti delle vittime e i feriti della strage di questa notte. Lo ha annunciato lo stesso presidente Usa nel suo breve intervento, nel quale ha riferito di avere ordinato che la bandiera nazionale venga sventolata a mezz’asta in segno di lutto per la strage.Quanto successo a Las Vegas, dove oltre 50 persone sono state uccise da Stephen Paddock, “è un atto di pura malvagità”, per il quale proviamo “tristezza, dolore e shock”. Lo ha detto il presidente degli Stati Uniti Donald Trump, in una dichiarazione dalla Casa Bianca. “L’Fbi ed il dipartimento per la Sicurezza interna stanno lavorando strettamente con le autorità locali per assistere nelle indagini e forniranno aggiornamenti sulla base degli sviluppi”, ha detto il presidente, che ha ringraziato la polizia di Las Vegas e i soccorritori per la rapidità con cui “hanno agito, rapidità che ha del miracoloso”. “L’aver trovato l’aggressore così velocemente dopo che sono stati esplosi i primi colpi è qualcosa per cui saremo sempre grati”, ha sottolineato Trump. Che poi, rivolto ai parenti delle vittime, ha detto: “Non possiamo immaginare il loro dolore, non possiamo immaginare la loro perdita. Preghiamo per voi, siamo con voi”. Quindi il presidente ha disposto che, in onore delle vittime, le bandiere americane siano esposte a mezz’asta: “Nei momenti di tragedia e orrore, gli americani si uniscono. È sempre stato così”.