Svezia, bomba alla stazione di polizia: è allarme terrorismo, ma le autorità smentiscono

Il boato. La deflagrazione. L’odore acre di esplosivo misto a fumo. La paura, l’allarme, la presa di coscienza che quanto stava accadendo era l’ultimo agguato alla sicurezza minacciata, in questo caso, da una potente bomba esplosa poco dopo la mezzanotte davanti a una stazione di polizia a Helsingborg nel sud della Svezia.

Svezia, bomba alla stazione di polizia

Fortunatamente, pur riferendo i media locali di notevoli danni alla struttura, secondo quanto riportato dal quotidiano The Independent in un tweet, da quanto trapela al momento non ci sono vittime, e neppure feriti.  Nonostante la miracolosa notizia, però. e come riportato dal sito dell’Ansa sul caso, il capo della polizia svedese, Dan Eliasson, ha dichiarato: «Questa é una cosa molto seria. Un attacco contro la polizia non é solo un attacco contro la società, ma contro la sicurezza di tutti». Anche in ragione di questo, oltre che motivo tecnici e  logistici, Eliasson ha poi aggiunto che agenti della forza di polizia nazionale stanno aiutando in queste ore la polizia regionale di Helsingborg e che una squadra di artificieri è tempestivamente intervenuta sul posto. Al momento l’attacco non é stato ancora rivendicato, e da quel poco che risulta sembra che per ora gli inquirenti non trattino la vicenda come se fosse un caso di terrorismo. Ma la vicenda –e le indagini ad essa intestate – sono in corso di svolgimento e in continuo aggiornamento.