Allarme spinaci, 5 intossicati per un’erba velenosa: “Bonduelle” ritira le buste

Cinque persone finite in ospedale, un allarme che da Milano si allarga in tutta Italia: nelle buste di spinaci surgelati della “Bonduelle” potrebbe esserci presenza di mandragora, un’erba velenosa resa famosa da Machiavelli, la stessa che ha intossicato una famiglia milanese, lo scorso 30 settembre, finita in osservazione al Fatebenefratelli di Milano.

Manifestavano sintomi da avvelenamento, confusione mentale e amnesia: avevano mangiato tutti spinaci imbustati acquistati al supermercato. Il 5 settembre era stato ricoverato un uomo che aveva mangiato spinaci freschi. A motivo precauzionale, la marca alimentare Bonduelle ha deciso di ritirare dal mercato i suoi spinaci per “sospetta presenza di foglie di mandragora”. Il ministero della Salute ne ha dato l’annuncio, specificando nel documento di richiamo che “il prodotto non deve essere consumato”. La mandragora, resa famosa da Machiavelli nell’omonima commedia, rientra nella famiglia delle solanacee, cui appartengono il tabacco e la patata. I sintomi dell’intossicazione da mandragora sono confusione mentale, vertigini, nausea, diarrea e malessere generale. In mancanza di un rapido intervento possono arrivare fino al coma e alla morte. Agli intossicati va somminitrato un antidoto specifico, la fisostigmina.