Sinistra, la paura fa novanta e spinge Mdp e Pd a prove tecniche di dialogo

La paura fa novanta a si sinistra. “La destra è fortissima” dice Roberto Speranza e offre il dialogo al Pd. La replica dem: vediamoci ma votino la legge elettorale. “Sono pronto a incontrare Renzi. Lo sfido, noi siamo disponibili già lunedì mattina. È l’ultima occasione per capire se è possibile riaprire una discussione”. Speranza, intervistato da Repubblica, apre al segretario del Pd. Per Speranza il terreno di confronto è duplice: legge elettorale e legge di bilancio. “Sul Rosatellum – chiede – abbandonino la strada della fiducia. Modifichiamo la legge con le preferenze, oppure aumentando i collegi uninominali. E prevediamo i voto disgiunto”. Il leader di Mdp chiede di invertire la rotta anche su Jobs act e scuola. E sulla necessità di un centrosinistra unito, dice: “La destra, ovunque, è fortissima. Nessuno di noi può fare finta di niente”.l

Ecco la risposta  replica di Rosato, capogruppo Pd alla Camera. “Disponibilità totale a lavorare insieme per costruire una coalizione di centrosinistra”, ma oggi “modificarela legge elettorale significa solo volerla affossare”.