Siamo i più vecchi d’Europa anche sul lavoro: in Italia record di over 50

I lavoratori italiani sono i più vecchi d’Europa. E, negli ultimi vent’anni, sono “invecchiati” molto più di tutti gli altri colleghi del vecchio continente. A rivelarlo è una ricerca dell’Ufficio studi della Cgia di Mestre sull’età media nei luoghi di lavoro.

L’età media dei lavoratori italiani continua a crescere

Nel 2016, spiega l’associazione artigiani piccole imprese, l’età media degli occupati in Italia era di 44 anni, contro una media di 42 registrata nei principali Paesi Ue. Negli ultimi 20 anni, inoltre, l’età media dei lavoratori italiani è salita di 5 anni, un incremento che in nessun altro Paese è stato così rilevante e che è dovuto a vari fattori: calo demografico, allungamento dell’età media e di quella lavorativa. Il risultato è che in Italia vi sono nei luoghi di lavoro pochissimi giovani e molti over 50.

Nei posti lavoro pochi giovani e tanti “over”

Nel nostro Paese l’incidenza dei giovani (15-29 anni) sul totale degli occupati è pari al 12%, in Spagna è al 13,2%, in Francia al 18,6%, in Germania al 19,5% e nel Regno Unito al 23,7%. Di contro, in Italia l’incidenza degli ultra 50enni sul totale degli occupati è del 34,1%. Solo la Germania registra un dato superiore al nostro e precisamente del 35,9%, mentre in Spagna è del 28,8%, in Francia del 30% e nel Regno Unito del 30,9%.