Sesso e donne nascoste sotto i letti: bufera sulla casa dei migranti

Donne nascoste nell’appartamento dei richiedenti asilo. L’idea, come ricostruisce la Nazione,  degli incontri amorosi all’interno della struttura è venuta ad alcuni giovani che vivono vicino al centro di Camaiore. Una decisione non concordata che ha provocato subito polemiche e proteste. «È proibito dal regolamento dell’accoglienza», ha scritto in un’interrogazione Riccardo Erra di Forza Italia.

Incontri amorosi nella casa dei migranti: le proteste

La vicenda è accaduta nell’abitazione di via Guido Rossa, vicino a piazza Romboni: una strada privata con poco più di una decina di case e da sempre assai tranquilla. Qui i richiedenti asilo abitano da oltre un anno e mezzo. Di recente però hanno deciso di invitare alcune donne per trascorrere qualche ora in compagnia. Ma ai vicini il via vai non è  sfuggito e per questo hanno chiesto lo sgombero dell’immobile. Per Forza Italia è gravissimo che siano state fatte entrare in casa donne senza autorizzazione. Nell’interrogazione si afferma che le signore, a seguito della segnalazione, sono state trovate nascoste sotto i letti da alcuni addetti della Misericordia di Lido e dal presidente Aldo Intaschi in persona. E che il presidente avrebbe intimato agli ospiti di evitare per il futuro questi comportamenti vietati dalla normativa. «Oltretutto i residenti non fanno neppure la raccolta differenziata e la gente della zona in ogni caso è esausta e impaurita», è scritto nell’interrogazione.