Schiaffi in testa e minacce agli alunni: sospesa per maltrattamenti l’ennesima maestra

Ancora una cattiva maestra, ancora alunni maltrattati, percossi, offesi, mortificati Stavolta l’increscioso episodio registrato dalla cronaca si è verificato a Catania dove, secondo le accuse addebitate a un’insegnante 61enne, la donna avrebbe ripetutamente offeso i propri alunni, minacciandoli di prenderli a schiaffi – e non solo – promesse violente regolarmente mantenute dalla docente…

Catania, ecco com’è stata incastrata la maestra

Quello che minacciava poi faceva, insomma, l’insegnante finita all’indice cella magistratura: a partire dal dare pugni in testa ai suoi allievi che la donna era intenzionata a «far ragionare» a tutti i costi, e con qualunque mezzo a quanto pare. E allora, dal tirare le orecchie all’offesa verbale, per l’insegnante non c’era limite nel seminare tensione tra i banchi; o almeno questo riassumerebbero le accuse contestate alla docente catanese 61enne, interdetta per un anno dal servizio dal Gip per maltrattamenti. Il provvedimento è stato emesso su richiesta della Procura etnea ed eseguito dai carabinieri. L’indagine dei militari dell’Arma è stata avviata – come sempre accade in questi casi – dopo le denunce dei genitori dei ragazzi, e si è avvalsa di intercettazioni e di videoriprese delle lezioni nella classe dall’insegnante. Addirittura, sembra che in un’occasione, una delle alunne, piangendo, abbia confermato di aver ricevuto alcuni schiaffi dalla maestra, aggiungendo che a essere picchiato in quello stesso modo era più spesso un suo compagno di classe. E all’elenco dei cattivi maestri si aggiunge l’ennesimo, inquietante aggiornamento…