Salerno, rissa tra immigrati: ne fa le spese una vigilessa, malmenata dai tre

 

Il racconto lo ha fatto, in prima persona, sul suo profilo Facebook, il sindaco di Salerno, Vincenzo Napoli: «Durante una rissa sul Lungomare Trieste, questa sera tra tre egiziani – di cui un minorenne- una vigilessa della Polizia Municipale di Salerno, intervenuta per sedare la lite, è rimasta ferita. L’agente al momento si trova in ospedale per i dovuti controlli. Mi sono recato prontamente sul posto insieme al Questore Pasquale Errico, per poi raggiungere l’agente in ospedale per accertarmi delle sue condizioni di salute. Intanto, i tre egiziani sono stati fermati dalla Polizia Municipale. Due di loro sono stati arrestati e il terzo, in quanto minorenne, affidato ai servizi sociali che lo hanno portato in una struttura».

Quello che il sindaco di Salerno – successore dell’attuale governatore della Campania Vincenzo De Luca – non dice è che non è il primo episodio del genere che accade in pieno centro e che vede protagonisti gli immigrati “al pascolo” o impegnati con bancarelle di fortuna. A farne le spese, stavolta, è stata la vigilessa impegnata in uno dei servizi di monitoraggio della zona che si svolgono ogni domenica pomeriggio. L’agente della Polizia Municipale ha cercato di sedare la rissa scatenatasi tra tre stranieri, tutti di origine egiziana e uno dei quali minorenne ma quando si è avvicinata i tre se le sono presa con lei, da vero branco. Qualche settimana fa, dopo un forte scontro fra gli agenti e alcuni venditori ambulanti, il governatore della Regione Campania, Vincenzo De Luca, chiese al ministro degli Interni Marco Minniti di inviare “corpi speciali” per garantire la sicurezza. Domenica il bis, ma di quei rinforzi non c’è neanche l’ombra.