Rifiuta l’elemosina a un clochard: avvocato accoltellato in pieno centro di Milano

Ancora violenza a Milano. Un avvocato di 48 anni è stato accoltellato  da un clochard a cui aveva rifiutato l’elemosina. Come ricostruisce il Giornale, l’aggressione è andata in scena in pieno pomeriggio  nella centralissima via Dante, che unisce piazza Cordusio alla mole maestosa del Castello Sforzesco. Il professionista stava camminando quando è stato avvicinato da un senzatetto di nazionalità ceca di 43 anni, di cui sono note solo le iniziali J.V. Alle richieste di denaro l’avvocato ha reagito con indifferenza, tirando dritto. Un comportamento che ha scatenato l’ira del clochard, che impugnato un coltello da cucina di 15 centimetri l’ha conficcato nella schiena dell’uomo. L’avvocato, che in quel momento era impegnato a parlare al cellulare, non ha riportato lesioni gravi.

Accoltellato da un clochard ceco

Trasportato in codice verde all’ospedale Policlinico di via Francesco Sforza, gli sono state diagnosticate solo ferite lievi. L’aggressore invece è stato bloccato dalla polizia: l’uomo era già noto agli agenti delle forze dell’ordine, ma dopo l’aggressione il questore del capoluogo ambrosiano ha emesso un provvedimento di allontanamento ad hoc.