Regolamento di conti interno tra palestinesi: attentato contro Hamas

Il comandante delle forze di sicurezza interne di Hamas, Tawfiq Abu Naim, è sopravvissuto a un tentativo di omicidio nella Striscia di Gaza. Secondo quanto riporta il sito di Yedioth Ahronoth, alcuni uomini a volto coperto hanno aperto il fuoco contro Naim mentre stava lasciando la moschea del campo profughi di Nuseirat, dove si era recato per la preghiera del venerdì. Naim, rimasto leggermente ferito, è stato trasferito all’ospedale Al-Shifa a Gaza. Altre fonti parlano dell’esplosione di un’autobomba. Secondo il Centro d’Informazione Palestinese, sito d’informazione ritenuto vicino a Hamas, il capo della sicurezza interna del movimento islamista è rimasto ferito in un’ “esplosione” che ha colpito il suo veicolo. Una fonte della sicurezza ha spiegato al sito che l’esplosione è avvenuta quando Naim, una volta uscito dalla moschea Abu al-Hasin, ha aperto lo sportello della sua macchina. La fonte ha confermato che Naim è rimasto leggermente ferito. Il ministero dell’Interno del movimento palestinese, è precisa che Abu Naim è rimasto “leggermente” ferito dall’esplosione della sua auto. Il capo della sicurezza interna di Hamas, ritenuto un sostenitore dell’accordo di riconciliazione, è stato “ricoverato in ospedale” a Gaza. “I servizi di sicurezza – prosegue il comunicato – hanno immediatamente iniziato le indagini per fare luce sulle circostanze dell’incidente e catturare i responsabili”. L’episodio porta alle stelle la tensione nella Striscia di Gaza, dove è in corso il passaggio di poteri dal governo di Hamas all’Autorità nazionale palestinese (Anp) del presidente Mahmoud Abbas. Le due fazioni hanno siglato un accordo di riconciliazione questo mese al Cairo. L’Anp riprenderà ufficialmente il controllo della Striscia di Gaza il primo dicembre.