Rai, Costanzo spara la bomba: “Barbara D’Urso a Sanremo”

Quando a scrivere è un uomo di televisione come Maurizio Costanzo, c’è da credergli e se nel suo intervento sul Tempo adombra ( o forse auspica) la conduzione del festival di Sanremo per Barbara D’Urso, non parla a caso e dobbiamo pensare che la voce circoli già nei piani alti di Viale Mazzini. Il titolo della consueta rubrica di Costanzo recita così Titolo: “Barbara D’Urso? Dicono che andrà in Rai a condurre Sanremo”. Svolgimento. Costanzo, uomo di mondo, la prende da lontano, parlando di Fiorello. «Per i telespettatori sarebbe un’ottima notizia quella che riguarda Fiorello, il quale tornerebbe in Rai, in seconda serata, un’ora a settimana. Non abbiamo conferme, ma ci basiamo sull’incontro che di recente ha avuto Fiorello con il direttore generale della Rai, Orfeo e su alcune sue dichiarazioni che dicono e non dicono. A me farebbe piacere che Fiorello tornasse in Rai, anche solo un’ora a settimana», leggiamo nell’articolo.

«La D’Urso porterebbe milioni di telespettatori»

Poi, la bomba di Costanzo: «A proposito di collocazioni, ho letto da qualche parte che Barbara D’Urso si candida a presentare il Festival di Sanremo. Secondo me, saprebbe farlo e porterebbe all’ascolto i milioni di telespettatori che la seguono quotidianamente e ancor di più la domenica, su Canale5. Con i suoi difetti, ha anche alcuni pregi, ad esempio il calore che trasmette alla platea e una manifestazione un po’ algida, stretta tra regolamenti e obblighi vari, ne trarrebbe giovamento», scrive Maurizio Costanzo, che dà di fatto l’imprimatur e l’apprezzamento alla D’Urso. Quella frasetta messa così con sapienza- “porterebbe all’ascolto milioni di telespettatori” – suona come miele alle orecchie della dirigenza di Viale Mazzini, nella bufera per il doppio flop Fazio-Parodi e “affamata” di ascolti. Sul primo ha puntato tutte le fiches e rischia di perderle, vista la fuga degli sponsor da Che tempo che fa trapiantata su Rai1. Il programma su cui ruotano gli ascolti della Domenica rischia per la prima volta nella sua storia tagli e ridimensionamenti in corsa, per via del flop delle Parodi. Dunque la Rai potrebbe essere disposta a tutto, anche  chiamare alla conduzione della trasmissione più prestigiosa della nuova stagione, il Festival di Sanremo, la “nemica” Barbara D’Urso. Lo ha già fatto lo scorso anno con la fuoriclasse Maria De Filippi, volto forte della concorrente Mediaset, perché non potrebbe farlo ora con la D’Urso. Non si può rischiare un altro mezzo flop con Sanremo, meglio andare sul socuro…