Choc sul treno, nordafricani sputano e minacciano passeggeri e capotreno

Una gang di giovani nordafricani ha preso in ostaggio un intero treno bloccandolo per quasi un’ora alla stazione di Castello di Godego. Insulti, sputi, minacce al capotreno. La storia, raccontata dalla Tribuna, è successa sul Regionale 5740 Venezia-Bassano del Grappa. I vandali hanno svuotato un estintore e hanno inveito contro alcuni passeggeri fino a sputargli addosso.

Intero treno in ostaggio

La paura corre sulle rotaie. Riporta il Gazzettino che una decina di ragazzi nordafricani ubriachi hanno spintonato e sputato in faccia ai passeggeri di un vagone del treno che alle 20.56 era partito da Venezia con fine corsa Bassano. Alle 21.30 il treno si è fermato nella stazione di Castelfranco (Treviso), dove è salita una gang di giovani ragazzi, forse alcuni minorenni di origine africana. Sigarette tra le mani e palesemente ubriachi hanno iniziato a litigare tra loro: all’invito di un passeggero di calmarsi, hanno scatenato l’inferno. 

Panico tra i passeggeri

Dopo avere urlato «questo è il nostro treno» hanno iniziato a insultare, spintonare e sputare in faccia ad alcuni passeggeri che hanno cercato di difendere moglie e figli. Diversi i bassanesi sulla carrozza, al rientro a casa da una gita a Venezia. È intervenuto il capotreno per riportare la calma, senza risultato. Sono partite da parte di alcuni passeggeri (in tutto una sessantina) delle chiamate al 112 e 113. Alla stazione di Castello di Godego il treno si è fermato e i ragazzi timorosi di essere presi dalle forze dell’ordine sono scesi per dileguarsi. Sono in corso da parte dei carabinieri le indagini per risalire all’identità dei componenti la gang: non mancano le immagini della videosorveglianza come non dovrebbero mancare foto scattate con il cellulare dai passeggeri.