Pavia, favole gay davanti alla Chiesa. Il parroco: messinscena inopportuna

Un’iniziativa che già sta facendo discutere, prima ancora delle battute iniziali: l’Arcigay ha infatti organizzato per sabato a Pavia, in piazza del Carmine, una recita di favole rivolte al mondo gay. Un’iniziativa nell’ambito del festival dei giochi di strada “Giocanda” che ha già ricevuto il patrocinio del Comune.

L’idea non appare allettante al parroco di Santa Maria del Carmine, la chiesa che affaccia proprio sulla piazza dove si svolgeranno le recite delle fiabe arcobaleno. «Non ho nulla contro la manifestazione – ha commentato sul Giorno il parroco di Santa Maria del Carmine, don Daniele Baldi -, ma non approvo che sia stata scelta questa piazza per favole che parlano di gender. C’erano altri luoghi più idonei per organizzare un evento simile. Mi chiedo – prosegue don Daniele – come mai abbiano organizzato proprio qui questo appuntamento senza neppure consultare chi da 15 anni gestisce la parrocchia. Non voglio pensare che sia una provocazione, tanto più che la manifestazione si tiene proprio sabato, giorno in cui la chiesa viene visitata non solo dai turisti».