«Ovunque tu sia, auguri»: la dedica dei genitori a Denise, che oggi compirebbe 17 anni (VIDEO)

È scomparsa 13 anni fa, quando ancora non aveva festeggiato il quinto compleanno. Oggi ne compirebbe 17 di anni, la piccola Denise, che nell’immaginario collettivo rimane quella ragazzina dallo sguardo furbetto e dal sorriso appena accennato della foto circolata ovunque sui media, dai giornali al web, passando per la tv, a poche ore dalla sua misteriosa sparizione.

«Ovunque tu sia, auguri»: la dedica dei genitori a Denise

«Denise, ovunque tu sia auguri per il tuo 17° compleanno. Denise, tesoro di mamma, ti abbiamo cercata e fortemente voluta… poi il 26 ottobre del 2000, come un raggio di sole, sei venuta al mondo, accolta con molta gioia e tanta felicità. Sei sempre nei nostri pensieri e nei nostri cuori. Con amore mamma Piera e papà Piero»: questa la commovente dedica postata in rete – sul blog Cerchiamodenise.it – dai genitori della ragazzina, Piera Maggio e Piero Pulizzi. Come noto della figlia dei due non c’è più traccia dal primo settembre 2004 quando, mentre giocava a rincorrere un cuginetto sul marciapiedi di casa, all’angolo tra via Castagnola e via La Bruna di Mazara del Vallo, intorno a mezzogiorno spariva letteralmente senza lasciare traccia. Oggi, a 13 anni dalla sua scomparsa, ancora non stati individuati – e dunque condannati – i responsabili.

Il mistero della scomparsa, il caso mai chiuso dal processo

Come noto, infatti, lo scorso mese di aprile la Cassazione ha definitivamente assolto dall’accusa di concorso in sequestro di minorenne Jessica Pulizzi, sorellastra di Denise da sempre indicata da Piera Maggio come la colpevole, in complicità con la madre… dell’intera vicenda. Non solo: la Pulizzi, nel 2004 all’epoca dei fatti minorenne, era stata già assolta anche nei due precedenti gradi di giudizio, al termine dei processi svolti a Marsala e a Palermo. Un lungo iter processuale sul quale sembra non poter arrivare la parola fine: come riportato, tra gli altri, dal sito online del Messaggero, infatti, «un paio di settimane fa la Procura di Marsala ha deciso di riaprire le indagini disponendo l’invio ai carabinieri del Ris di Messina di tutte le impronte rilevate dagli investigatori in vari luoghi e su diverse auto perché vengano sottoposte, con le nuove tecniche, a un esame per la ricerca del Dna». Nuove indagini, nuove speranze e un nuovo appiglio investigativo dopo che, alla redazione di Chi l’ha visto, è arrivata una foto di una ragazza che risulterebbe molto simile all’immagine dell’invecchiamento della piccola realizzato dal Ris. Intanto, però, di Denise ancora nessuna traccia…