Non ce l’ha fatta la mamma investita 2 settimane fa, che ha fatto da scudo ai figli

Alla fine non ce l’ha fatta ed è morta la mamma che resasi conto del pericolo che stavano correndo i suoi due figli mentre attraversavano con lei la strada, non ha esitato un istante a buttarsi su di loro e a fare da scudo ai piccoli con il suo corpo. Un esempio, il suo, che resterà al di là del dolore, della rabbia per quanto accaduto, delle polemiche per quell’anziana 87enne alla guida che l’ha travolta e per quello che sarà il decorso processuale sul caso di omicidio stradale.

Addio alla mamma investita che ha fatto da scudo ai figli 

Recriminazioni e argomenti tacciono, avvolti in un silenzio che urla dolore e rabbia per la morte di questa donna che ha pagato con la sua vita la possibilità dei suoi due figli di continuare ad esistere. Dopo due settimane di agonia è morta all’ospedale Ca’ Foncello di Treviso Antonela Kmet, la mamma investita da un’utilitaria sulle strisce pedonali il 26 settembre, mentre attraversava la strada con i suoi due bambini di 11 e 5 anni che, grazie al suo sacrificio, si sono limitati a subire qualche frattura, senza riportare nessuna ferita grave.

La donna è morta dopo 2 settimane di agonia 

Un urto improvviso e violento che però non ha lasciato scampo alla 46enne di origini croate, apparsa da subito in gravissime condizioni dopo essere stata travolta dall’auto guidata da un’anziana di 87 anni che, come ha continuato a ripetere la stessa donna che era al volante ancora in queste due terribili settimane di agonia – trascorse dalla vittima dell’incidente in coma, e nonostante un intervento chirurgico – non l’ha proprio vista, abbagliata dal sole. Non ha visto né lei, né i suoi piccoli, in procinto di attraversare la strada. E non è riuscita a frenare, finendo con l’impattare violentemente sulla mamma, nonostante stesse camminando sulle strisce pedonali. Non l’ha vista, e ora una mamma non c’è più, ma grazie al lei, alla sua prontezza, al suo coraggio, al suo amore, i suoi piccoli sono sani e salvi.