«Mi piace truccarmi». E va a scuola vestito da donna: insulti e sospensioni

Bullizzato dai compagni di scuola perché va vestito da donna. A finire nella bufera è il liceo Vico di Sulmona, dove, come ricostruisce il Mattino,  uno studente di diciotto anni che della sua omosessualità non fa certo mistero, è stato preso di mira un paio di settimane fa da altri studenti che lo hanno offeso e insultato per il fatto che si vestisse da donna e per i suoi gusti sessuali.

Vestito da donna, i compagni lo insultano

«Nulla di provocante – spiega il ragazzo – mi piace truccarmi un po’ e vestirmi con abiti femminili, ma semplici e non offensivi. Un pantalone a vita alta, una maglia aderente, ma nulla che possa dare scandalo». Dopo le offese fattegli nei corridoi dai compagni, la dirigente ha reagito, comminando due giorni di sospensione ai tre ragazzi (tra i quindici e i sedici anni) che avevano insultato il diciottenne.