Meloni, dalla Sicilia con furore: «Renzi è un bugiardo cronico» (video)

Una Giorgia Meloni a tutto campo parla da Catania inaugurando una nuova sede di Fratelli d’Italia, anzi si tratta di una riapertura della sede storica della destra del capoluogo etneo. La campagna elettorale per il centrodestra schierato per Nello Musumeci procede a gonfie vele. «Spero che anche il presidente Berlusconi sia presente in questa campagna elettorale, perché noi stiamo facendo del nostro meglio», si augura la leader di Fratelli d’Italia.

Poi ne ha per tutti: «Grillo è soprattutto tornato a fare i suoi spettacoli. Occuparsi di se stessi e far legittimamente il proprio lavoro prestandosi ogni tanto alla politica facendo finta che ci si occupa dei cittadini, non è il mio modello», ha detto a parlando dell’arrivo di Beppe Grillo  per la campagna elettorale delle regionali siciliane del 5 novembre. “Noi ogni giorno – ha aggiunto Giorgia Meloni – ci occupiamo dei cittadini e dei loro problemi, e non passiamo le nostre giornate a fare spettacoli a pagamento. Non è sufficiente camminare dieci chilometri e tornare poi a casa propria. Ognuno fa le proprie scelte».

Botte su Renzi e sul Pd. «Renzi dice che l’Italia è ripartita? Eh, come no, ripartitissima. Renzi aveva detto che si avrebbe smesso di fare politica se avesse perso il referendum confermativo. Mi dispiace dirlo ma è un bugiardo cronico». La Meloni, che in questi giorni non ha avuto  remore nel ridicolizzare il viaggio in treno di Renzi a prendere insulti da tutta Italia, ha aggiunto. «Non ha fatto bene per l’Italia e l’Italia lo sa. Non si può tentare di ricostruirsi una verginità attaccando Bankitalia – ha concluso- o facendo il giro in treno tra le varie regioni. Mi pare chiaro come la pensa l’Italia». Altro fatto grave sotto profili istituzionale: «L’abbandono del Pd da parte del presidente Grasso è un altro segnale di una sinistra allo sbando. Io capisco i tanti cittadini che hanno votato a sinistra e non si sentono più rappresentati», ha detto la Meloni. «Del resto siamo di fronte a una sinistra che è passata a fare miliardi di marchette al sistema bancario e moltiplicato la povertà. Io capisco la gente normale – ha infine aggiunto- che non si senta rappresentata da queste persone. E’ una sinistra fallita».