Lezioni su bondage e masochismo nell’ateneo dei salesiani a Venezia

Bondage e masochismo, dominazione e sottomissione” questo il sorprendente titolo di un convegno a Mestre dell’Istituto universitario salesiano (Iusve), università religiosa che offre un master di secondo livello su questi temi agli studenti specializzandi di psicologia. 

Tra chi si è stupito non poco del convegno ospitato dai salesiani c’è l’assessore regionale all’Istruzione Elena Donazzan che al Corriere dichiara: “Spero che sia uno scherzo di cattivo gusto, verificherò subito”. 

Il punto di partenza della riflessione è il Manuale diagnostico delle malattie mentali del 2014 che esclude il bondage dalle patologie, catalogandolo come una particolare pulsione erotica. Ma queste pratiche sono davvero “normali” o non manifestano piuttosto una pericolosa inclinazione alla perversione? Come trovare il limite (se esiste) per segnare il passaggio da parafilie a patologie? Si chiederanno anche questo i docenti chiamati a parlare del bondage come argomento scientifico. 

Il tema è un po’ scabroso per una università religiosa ma il direttore del dipartimento di Psicologia non la pensa così: “Il tema – sottolinea – risponde ai bisogni formativi di professionisti”.