Draghi parla e le Borse vanno su. Milano prima in Europa con + 1,39%

Reagiscono positivamente i mercati europei alle parole di Mario Draghi rimbalzate da Francoforte al termine della riunione del consiglio direttivo della Bce. L’annuncio della proroga fino a settembre 2018 (ma anche oltre, se necessario) del programma di Quantitative leasing (Qe), cioè l’acquisto di titoli del debito pubblico sovrano, seppur dimezzato da 60 a 30 miliardi di euro e la notizia che i tassi di interesse non subiranno variazioni, hanno gonfiato le vele delle principali Borse. Infatti, complice anche l’apertura positiva di Wall Street, il segno più accompagna la maggior parte dei listini. Nel momento in cui scriviamo Milano segna un progresso dell’1,39 per cento. Piazza Affari è la migliore. Parigi, infatti, segna +1 per cento, Francoforte +0,83 e infine Londra con un incremento pari allo 0,42 per cento.