Le emergenze dei bambini oggi, le violenze e i contatti con la rete

Sono molte le emergenze che interessano i bambini oggi dovute anche al contatto precoce con la rete. In totale potrebbero essere 800.000 i minori che subiscono violenze. Si va dall’abuso sessuale in un 5%,  alle violenze fisiche e a quelle psicologiche che sono il 20% circa e sono frutto del fenomeno ingravescente del bullismo. I pediatri sono i primi sul fronte a raccogliere il disagio di un bambino, un adolescente e  dei genitori. La tutela del benessere psico-fisico dei giovanissimi per tutto il periodo della crescita e dello sviluppo è un compito prioritario del  pediatra perché è il primo professionista a cui il genitore si affida.  Un altro problema importante e in aumento , questo dovuto all’abuso  della rete già da quando i bambini hanno 9/10 anni,  è  quello della vendita delle “ sostanze psicoattive”. Sono oltre 650 i siti web che vendono sostanze a base di erbe o funghi che producono effetti simili a quelli di cannabis, ecstasy o allucinogeni. Gli adolescenti italiani risultano ai primi posti per questi consumi. Un altro tema di grande attualità è quello dell’ambiente. L’infanzia spesso paga il prezzo più alto causato dalle molte criticità che contraddistinguono diverse aree del nostro Paese.  A Taranto per esempio si registra un aumento del 21% della mortalità per tutte le cause e del 54 % nella incidenza del cancro nei bambini . Lo stesso problema si osserva in Campania nella cosidetta “ Terra Dei Fuochi” . Quindi nel prossimo futuro bisognerà fare grande attenzione a bullismo, cyberbullismo , vendita via web di psicofarmaci, e ambiente.