La sfregiò con l’acido: l’ex di Gessica se la cava con 10 anni

È stato condannato con rito abbreviato a 10 anni Eddy Tavares, il 29enne di Capo Verde che il 10 gennaio scorso ha sfigurato con l’acido l’ex fidanzata Gessica Notaro. L’uomo ha ottenuto la riduzione della pena di un terzo per avere scelto il rito abbreviato. Alla lettura della sentenza è voluta essere presente la stessa Gessica. Il capoverdiano, che sarà processato anche per il reato di stalking nei confronti della riminese. Il pm Marino Cerioni aveva chiesto 12 anni di reclusione per il reato di lesioni gravi, senza attenuanti generiche e con le aggravanti della premeditazione e della crudeltà.

Il coraggio di Gessica, testimonial della lotta al femminicidio

Gessica Notaro è diventata un simbolo contro la lotta allo stalking e al femminicidio. Miss Romagna 2007,  addestratrice di leoni marini al Delfinario, Gessica è stata ricoverata per quasi due mesi all’ospedale Bufalini di Cesena dove curano i grandi ustionati. La 27enne ha avuto il coraggio di mostrare i segni dell’aggressione come testimonial della lotta al femminicidio. Dopo la prima denuncia ai danni dell’ex fidanzato, la procura ne chiese l’arresto, ma il gip dispose il divieto di avvicinamento alla ragazza. Qualche mese dopo, Tavares la aggredì con l’acido.

Il drammatico faccia a faccia in tribunale con il suo aggressore

Durante la fase processuale, quando la Notaro ha testimoniato sull’aggressione. Tavares è rimasto impassibile,mentre Gessica lo ha fissato a lungo, togliendosi anche la benda sull’occhio sinistro. La ragazza però a un certo punto si è sentita male ed è stata accompagnata fuori dall’aula e poi a casa. Anche in questa circostanza Tavares è rimasto indifferente. La relazione tra Gessica e Tavares è andata avanti per circa tre anni, fino all’estate 2016. Dopo, lui ha cominciato a perseguitarla. Fino al tragico agguato del 10 gennaio.